sss

Evento

COVER FB

Oggi il consenso sulla correlazione tra salute e cultura è sempre più ampio, e anche la letteratura sul tema degli ultimi anni sottolinea l’impatto che ha la partecipazione attiva alla cultura sulla percezione del benessere psicofisico individuale.

Ma cosa significa realmente ‘curare con la cultura’? Quali risorse umane e strumentali entrano in gioco nell’organizzazione di progetti culturali a fine terapeutico? Quali sono i possibili indicatori, individuali e di gruppo, per valutare i risultati di questo tipo di lavoro?

A queste e molte altre domande inerenti alla cultura come strumento di cura la Fondazione Vincenzo Chiarugi della Misericordia di Empoli risponde con un convegno dal titolo “Etica, cura e cultura: l’impatto della cultura nel lavoro di cura con le persone”, in programma per venerdì 14 giugno 2019 al Cenacolo degli Agostiniani (Via dei Neri) a Empoli.

Il tema sarà affrontato da relatori provenienti da ambiti diversi, ognuno a rappresentare una parte dell’esperienza di cura di persone con età e patologie diverse. Ci sarà quindi spazio per la cura attraverso le parole, l’arte, il teatro, la musica, la natura, e per presentare esperienze di lavoro che possano offrire spunti di riflessione e confronto.

Ai saluti istituzionali, in programma alle ore 9.00, seguiranno gli interventi del Dott. Stefano Giannoni e del Dott. Leonello Guidi, rispettivamente Direttore Terapia Antalgica e Direttore Neurologia dell’Ospedale San Giuseppe di Empoli, che affronteranno il tema della cura a partire dall’uso di pratiche volte a nutrire l’interiorità della persona e alleviarne le sofferenze psicofisiche, un compito cui è possibile assolvere anche attraverso il linguaggio, come esporrà il Dott. Ferdinando Schiavo, neurologo.

I linguaggi artistici sono senza dubbio determinanti per indurre benefici risultati clinici e psicologici sulle persone, sia che si basino sull’utilizzo delle arti visive e perfomative, che sulla musica: da un lato, offrono la possibilità di trovare nuove forme di espressione personale ed emotiva a chi ha difficoltà nell’esprimersi; dall’altro, favoriscono l’inclusione sociale e diminuiscono la distanza tra la società e la persona protagonista della cura, come racconteranno nei loro interventi il Maestro Marco Vincenzi, Direttore del Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni di Empoli, l’attore Paolo Ciotti e la Dott.ssa Raffaella Ria, Business Development Manager di Ontex.

Anche la natura può curare e sarà Andrea Mati, architetto paesaggista, noto come «l’uomo che cura la mente con il verde» a parlare delle sua esperienza con persone con Alzheimer, sindrome di Down, autismo e depressione, e di come uno spazio naturale progettato in modo specifico possa riuscire a rilassare, calmare e perfino stimolare il sistema immunitario della persona che vi si trova.

Chiuderanno i lavori le esperienze e i progetti culturali in corso alla Fondazione Chiarugi rivolte al benessere psicofisico dei residenti, illustrate da Luca Carli Ballola e dalla Dott.ssa Martina Cocchi, Responsabile Animazione e Responsabile Comunicazione della struttura empolese: una missione propria del DNA della Fondazione, che ormai da anni collabora con enti locali, musei, artisti, biblioteche e associazioni al fine di garantire un programma di attività mirate a promuovere l’espressione o il recupero della creatività della persona sul piano cognitivo, affettivo e psicosociale, ma anche delle sue capacità di comunicazione e relazione. Coordinerà gli interventi la Dott.ssa Mariella Bulleri, Direttrice della Fondazione Vincenzo Chiarugi.

A chiusura dei lavori, sarà offerto un buffet a tutti i partecipanti.

L’evento, patrocinato da Regione Toscana, Comune di Empoli e ANSDIPP – Associazione Nazionale dei Manager del Sociale e del Sociosanitario, è rivolto a Direttori di RSA, operatori, Pubbliche Amministrazioni ed è aperto alla cittadinanza con ingresso libero.

 

 

PROGRAMMA

 

Ore 8.30 Registrazione dei presenti e caffè di benvenuto

Ore 9.00 Saluti Istituzionali

Ore 9.30 Dott. Stefano Giannoni, Direttore Terapia Antalgica Ospedale San Giuseppe Empoli, La cura dell’anima

Ore 10.00 Dott. Leonello Guidi, Direttore Neurologia Ospedale San Giuseppe Empoli, Etica della cura nella quotidianità

Ore 10.30 Dott. Ferdinando Schiavo, Neurologo, Le parole che contano nella prevenzione felice

Ore 11.00 Maestro Marco Vincenzi, Direttore Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni, Musica come relazione: avvicinarsi alla fragilità attraverso l’esecuzione dal vivo

Ore 11.30 Paolo Ciotti, Attore, Teatro: l’altro come esperienza

Ore 12.00 Dott. Andrea Mati, Architetto, Paesaggista ed esperto di giardini terapeutici, La natura che cura

Ore 12.30 Dott.ssa Raffaella Ria, Business Development Manager Ontex, Dalla tua pARTE: l’importanza dell’arte nei luoghi della cura

Ore 13.00 Luca Carli Ballola, Dott.ssa Martina Cocchi, Responsabile Animazione e Responsabile Comunicazione Fondazione Vincenzo Chiarugi della Misericordia di Empoli, Una RSA a regola d’arte: i progetti e le attività culturali alla ‘Vincenzo Chiarugi’

Ore 13.30 Buffet

 

 

Per informazioni e iscrizioni:

Fondazione Vincenzo Chiarugi della Misericordia di Empoli

info@rsachiarugi.it – Tel. 0571590219

 

Clicca qui per scaricare la SCHEDA ADESIONE CONVEGNO

Clicca per scaricare il PROGRAMMA