sss

Evento

Attenti all'uomo

Torna il grande cinema alla Fondazione Vincenzo Chiarugi della Misericordia di Empoli dopo la pausa estiva. Il mese di settembre inaugura una nuova stagione di film con la rassegna “Attenti all’uomo. Un mondo fragile”, in programma tutti i giovedì pomeriggio alle 15.00 dal 26 settembre al 28 novembre. Una formula ormai collaudata che segna la decima edizione di proiezioni nella struttura empolese, organizzata in collaborazione con l’Associazione Photos Onlus e il patrocinio del Comune di Empoli.

Stavolta il percorso cinematografico si concentra su uno dei temi più dibattuti e controversi della modernità: il difficile rapporto ed equilibrio tra uomo e natura, reso sempre più precario dall’incontrollato sfruttamento delle risorse disponibili. Un problema di cui la società ha preso coscienza solo da poco tempo, ma che alcuni tentano di affrontare con coraggiosi atti di ribellione, come Halla, protagonista del primo film in calendario, “La donna elettrica”, intenta in un’opera di sabotaggio contro gli impianti siderurgici che minacciano il meraviglioso luogo in cui vive in Islanda, o Mac Intyre, protagonista della favola ecologica “Local Hero”, giovane funzionario di una compagnia petrolifera mandato a trattare l’acquisto di un intero villaggio nel nord della Scozia per costruirvi una gigantesca raffineria, progetto che sarà alla fine annullato a favore della costruzione di una grande stazione scientifica per l’osservazione del sottosuolo marino. E’ invece tratto da una storia vera il film “Erin Brockovich”, che racconta la storia e le gesta dell’attivista statunitense famosa per aver denunciato l’industria Pacific Gas & Electric Company, perché considerata responsabile della contaminazione delle falde acquifere di una cittadina della California.

La denuncia ecologista contro gli eccessi del consumismo e l’incuria per l’ambiente che ci circonda è il tema principale anche del capolavoro della Pixar “Wall-E”, ambientato nell’anno 2805 in un pianeta Terra ormai ridotto a un’immensa discarica abbandonata costellata da grattacieli di rifiuti e ammassi di rottami, abitato da un piccolo robot che raccoglie, raduna e compatta i rifiuti. Un panorama desolante all’opposto della maestosa natura che fa da sfondo alla storia di amicizia del film “Belle & Sebastien” tra un bambino di otto anni che vive sulle montagne francesi e un grande cane bianco dei Pirenei. I paesaggi ritratti sono spettacolari, pieni di fiori, prati, ricchi di alberi, laghi e cascate: una natura selvaggia e incontaminata come quella delle foreste dell’Oregon in cui vive la famiglia Cash, protagonista del film “Captain Fantastic”, costretta ad intraprendere un viaggio nel New Mexico e a confrontarsi con la società consumistica americana. Compiono invece un viaggio al contrario, allontandosi dalla frenetica vita urbana, le donne al centro del film “Speriamo che sia femmina”, che riscoprono il legame che le unisce l’una all’altra proprio grazie ad un vecchio casale di campagna.

Anche nel cult “Gli uccelli” la protagonista abbandona la città per cercare rifugio e seguire l’amore in una parte d’America che sembra inizialmente più pacifica, ma si trova coinvolta nel mezzo di un’escalation di violenza che scaturisce dalla natura, e, in particolare, da una moltitudine di volatili che attaccano l’uomo senza motivo apparente, qui ritratto in tutta la sua fragilità. Se nel film di Hitchcock la minaccia arriva dalla natura, in “The Mission”, ambientato nel Sud America del ‘700 colonizzato da spagnoli e portoghesi, la prevaricazione ha origine umana e assume una cifra universale che appartiene, purtroppo, a tutte le epoche. Chiude la rassegna il film “Un mondo in pericolo”, viaggio cinematografico nel microcosmo delle api, fondamentale per la sopravvivenza dell’intero ecosistema ma costantemente minacciato dal massiccio utilizzo di pesticidi in agricoltura e dalla crescente diffusione delle onde elettromagnetiche.

 

PROGRAMMA:

• 26 settembre, ore 15.00, La donna elettrica, Beneditk Erlingsson, IS 2018

• 3 ottobre, ore 15.00, The Mission, Roland Joffé, Gb 1986

• 10 ottobre, ore 15.00, Erin Brockovic, Steven Soderbergh, USA 2000

• 17 ottobre, ore 15.00, Gli uccelli, Alfred Hitchcock, USA 1963

• 24 ottobre, ore 15.00, Speriamo che sia femmina, Mario Monicelli, ITA 1986

• 31 ottobre, ore 15.00, Belle & Sebastien, Nicolas Vanier, FRA 2013

• 7 novembre, ore 15.00, Local Hero, Bill Forsyth, GB 1983

• 14 novembre, ore 15.00, Wall-E, Andrew Stanton, USA 2008

• 21 novembre, ore 15.00, Captain Fantastic, Matt Ross, USA 2016

• 28 novembre, ore 15.00, Un mondo in pericolo, Markus Imhoof, CH 2012